Elettrostimolazione

 

La Stimolazione Elettrica Funzionale  (SEF)   prevede l’utilizzo di un’apparecchiatura elettromedicale in grado di stimolare in modo passivo il tessuto nervoso e muscolare attraverso l’applicazione di un campo elettrico esterno.

Per condurre la corrente elettrica nel tessuto interessato possono essere utilizzati degli elettrodi di superficie o, come più spesso accade, delle sonde vaginali, per le disfunzioni prevalentemente a carico del comparto anteriore (incontinenza urinaria…) o delle sonde endoanali, per le disfunzioni a carico del comparto posteriore (incontinenza fecale, stipsi..)

La stimolazione elettrica viene in genere utilizzata per :

  • migliorare la propriocezione della muscolatura del pavimento pelvico ovvero per far meglio comprendere alla paziente quali muscoli deve utilizzare;

  • aumentare la forza della muscolatura

  • aumentare  la resistenza muscolare