Disfunzioni del perineo

 

Le disfunzioni del pavimento pelvico possono dipendere da alterazioni insite nella muscolatura stessa del perineo:

  • riduzione della forza muscolare;

  • riduzione resistenza muscolare;

  • aumento o riduzione del tono muscolare.

  • ridotta capacità di rilassamento della muscolatura;

     

Il perineo lavora in sinergia con altri gruppi muscolari per cui le disfunzioni possono verificarsi per deficit di coordinazione con questi muscoli ovvero per:

  • deficit di coordinazione tra il pavimento pelvico e i muscoli addominali;

  • deficit di coordinazione tra pavimento pelvico e respirazione.

     

Ci sono anche situazioni in cui il pavimento pelvico non si contrae o si contrae poco e in sua “sostituzione/aiuto” vengono utilizzati altri gruppi muscolari (che possono agire separatamente o insieme) inefficaci, però,  a mantenere il corretto svolgimento delle attività del perineo. Tali muscoli possono essere:

  • i glutei;

  • gli adduttori;

  • i muscoli posteriori della coscia.

 

Infine, per compensare i deficit di funzionamento del perineo si possono assumere posture particolari come la retro o anteroversione del bacino.

 

Indipendentemente dalla causa, utile da conoscere ai fini della riabilitazione, i sintomi principali dovuti alle disfunzioni muscolari del perineo possono essere:

 

in relazione alla continenza ed eliminazione urinaria:

  • incontinenza urinaria

  • frequenza ed urgenza alla diuresi (con o senza perdita di urina)

  • flusso di urina rallentato, intermittente o con spinta

  • sensazione di incompleto svuotamento della vescica

 

in relazione alla continenza ed eliminazione fecale:

  • stipsi

  • incontinenza a feci e/o ai gas

  • ostruita defecazione

  • prolasso ano-rettale

in relazione alla funzione sessuale:

  • dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali)

  • disfunzioni dell’orgasmo

in relazione alla statica pelvica:

  • prolasso degli organi pelvici

ed infine:

  • dolore pelvico cronico

  • sindrome del dolore pelvico